Il festival

 

Il senso del ridicolo è il primo festival italiano sull'umorismo, sulla comicità e sulla satira. In tre giorni di incontri, letture ed eventi nella città più caustica d'Italia, Il senso del ridicolo s'inoltrerà nel sorprendente e fulminante mondo della comicità. Un festival di taglio culturale, non una galleria di comici, non una rassegna di spettacoli, non un convegno scientifico sull’umorismo. Piuttosto, un’esplorazione culturale e antropologica, una sorta di "safari" nei territori del comico, dell’umorismo, dell’ironia. Un safari divertente, ma non futile, dove gli animali esotici da fotografare e conoscere siamo noi stessi.

Il senso del ridicolo è promosso dalla Fondazione Livorno con la collaborazione del Comune di Livorno e il patrocinio della Regione Toscana.

19

ore

tra spettacoli, incontri e dibattiti.
19

protagonisti

parleranno in 7 diversi contesti.
16

appuntamenti

per capire come quando e perchè ridiamo.
  • ph JOBDV/Studio

    ph JOBDV/Studio

  • ph JOBDV/Studio - Gianni Canova, "Incontro con Maccio Capatonda"

    ph JOBDV/Studio - Gianni Canova, "Incontro con Maccio Capatonda"

  • ph JOBDV/Studio - pubblico per Gianni Canova e Maccio Capatonda

    ph JOBDV/Studio - pubblico per Gianni Canova e Maccio Capatonda

  • ph JOBDV/Studio - Maccio Capatonda

    ph JOBDV/Studio - Maccio Capatonda

  • ph JOBDV/Studio - Gianni Canova e Maccio Capatonda alla Camera di Commercio

    ph JOBDV/Studio - Gianni Canova e Maccio Capatonda alla Camera di Commercio

  • ph JOBDV/Studio - Maria Cassi, "Conferenza buffa sul galateo e l'umanità"

    ph JOBDV/Studio - Maria Cassi, "Conferenza buffa sul galateo e l'umanità"

  • ph JOBDV/Studio - Maria Cassi

    ph JOBDV/Studio - Maria Cassi

  • ph JOBDV/Studio - Maria Cassi nella sua Conferenza buffa

    ph JOBDV/Studio - Maria Cassi nella sua Conferenza buffa

  • ph JOBDV/Studio - Maria Cassi

    ph JOBDV/Studio - Maria Cassi

  • ph JOBDV/Studio - Teatro Sotterraneo, "Homo ridens_Livorno"

    ph JOBDV/Studio - Teatro Sotterraneo, "Homo ridens_Livorno"

  • ph JOBDV/Studio - Homo ridens_Livorno al Teatro Vertigo

    ph JOBDV/Studio - Homo ridens_Livorno al Teatro Vertigo

  • ph JOBDV/Studio - Francesco Tullio Altan, Stefano Bartezzaghi, Sergio Staino

    ph JOBDV/Studio - Francesco Tullio Altan, Stefano Bartezzaghi, Sergio Staino

  • ph JOBDV/Studio - Sergio Staino

    ph JOBDV/Studio - Sergio Staino

  • ph JOBDV/Studio - Francesco Tullio Altan

    ph JOBDV/Studio - Francesco Tullio Altan

  • ph JOBDV/Studio - "Il ridicolo della politica/2", Piazza del Luogo Pio

    ph JOBDV/Studio - "Il ridicolo della politica/2", Piazza del Luogo Pio

  • ph JOBDV/Studio - Francesco Tullio Altan e Sergio Staino, "Il ridicolo della politica/2"

    ph JOBDV/Studio - Francesco Tullio Altan e Sergio Staino, "Il ridicolo della politica/2"

  • ph JOBDV/Studio - Enrico Mentana e Stefano Bartezzaghi, "Il ridicolo della politica/1"

    ph JOBDV/Studio - Enrico Mentana e Stefano Bartezzaghi, "Il ridicolo della politica/1"

  • ph JOBDV/Studio - pubblico per Enrico Mentana in Piazza del Luogo Pio

    ph JOBDV/Studio - pubblico per Enrico Mentana in Piazza del Luogo Pio

  • ph JOBDV/Studio - Enrico Mentana e Stefano Bartezzaghi

    ph JOBDV/Studio - Enrico Mentana e Stefano Bartezzaghi

  • ph JOBDV/Studio - Enrico Mentana

    ph JOBDV/Studio - Enrico Mentana

  • ph JOBDV/Studio - Gioele Dix e Stefano Bartezzaghi, "Un Altro che dà fastidio"

    ph JOBDV/Studio - Gioele Dix e Stefano Bartezzaghi, "Un Altro che dà fastidio"

  • ph JOBDV/Studio - pubblico per Gioele Dix e Stefano Bartezzaghi

    ph JOBDV/Studio - pubblico per Gioele Dix e Stefano Bartezzaghi

  • ph JOBDV/Studio - Gioele Dix e Stefano Bartezzaghi

    ph JOBDV/Studio - Gioele Dix e Stefano Bartezzaghi

  • ph JOBDV/Studio - Gioele Dix in "Un altro che dà fastidio"

    ph JOBDV/Studio - Gioele Dix in "Un altro che dà fastidio"

  • ph JOBDV/Studio - Gioele Dix e Sara Chiappori, "Da Caino e Abele ai Fratelli Marx"

    ph JOBDV/Studio - Gioele Dix e Sara Chiappori, "Da Caino e Abele ai Fratelli Marx"

  • ph JOBDV/Studio - pubblico per Gioele Dix e Sara Chiappori

    ph JOBDV/Studio - pubblico per Gioele Dix e Sara Chiappori

  • ph JOBDV/Studio - Gioele Dix e Sara Chiappori in Piazza del Luogo Pio

    ph JOBDV/Studio - Gioele Dix e Sara Chiappori in Piazza del Luogo Pio

  • ph JOBDV/Studio - Gioele Dix

    ph JOBDV/Studio - Gioele Dix

  • ph JOBDV/Studio - "Da Caino e Abele ai Fratelli Marx"

    ph JOBDV/Studio - "Da Caino e Abele ai Fratelli Marx"

  • ph JOBDV/Studio - Volontario al lavoro

    ph JOBDV/Studio - Volontario al lavoro

  • ph JOBDV/Studio - Francesco M. Cataluccio, "L'umorismo ebraico"

    ph JOBDV/Studio - Francesco M. Cataluccio, "L'umorismo ebraico"

  • ph JOBDV/Studio - pubblico per Francesco M. Cataluccio

    ph JOBDV/Studio - pubblico per Francesco M. Cataluccio

  • ph JOBDV/Studio - Francesco M. Cataluccio parla di umorismo ebraico

    ph JOBDV/Studio - Francesco M. Cataluccio parla di umorismo ebraico

  • ph JOBDV/Studio - Mariarosa Mancuso, "Ridere di cinema"

    ph JOBDV/Studio - Mariarosa Mancuso, "Ridere di cinema"

  • ph JOBDV/Studio - Mariarosa Mancuso

    ph JOBDV/Studio - Mariarosa Mancuso

  • ph JOBDV/Studio - Sala degli Archi, Mariarosa Mancuso

    ph JOBDV/Studio - Sala degli Archi, Mariarosa Mancuso

  • ph JOBDV/Studio - Mariarosa Mancuso alla Sala degli Archi

    ph JOBDV/Studio - Mariarosa Mancuso alla Sala degli Archi

  • ph JOBDV/Studio - i volontari raccolgono autografi

    ph JOBDV/Studio - i volontari raccolgono autografi

  • ph JOBDV/Studio - Annalena Benini, "Prenderla sul ridere"

    ph JOBDV/Studio - Annalena Benini, "Prenderla sul ridere"

  • ph JOBDV/Studio - pubblico per Annalena Benini

    ph JOBDV/Studio - pubblico per Annalena Benini

  • ph JOBDV/Studio - Sala degli Archi, Annalena Benini

    ph JOBDV/Studio - Sala degli Archi, Annalena Benini

  • ph JOBDV/Studio - Annalena Benini

    ph JOBDV/Studio - Annalena Benini

  • ph JOBDV/Studio - pubblico per Marco Ardemagni e Stefano Bartezzaghi

    ph JOBDV/Studio - pubblico per Marco Ardemagni e Stefano Bartezzaghi

  • ph JOBDV/Studio - Carlo Freccero intervista se stesso: lo interpretano Marco Ardemagni e Stefano Bartezzaghi

    ph JOBDV/Studio - Carlo Freccero intervista se stesso: lo interpretano Marco Ardemagni e Stefano Bartezzaghi

  • ph JOBDV/Studio - Marco Ardemagni e Stefano Bartezzaghi

    ph JOBDV/Studio - Marco Ardemagni e Stefano Bartezzaghi

  • ph JOBDV/Studio - Giulia Addazi, "Twitz: nuovi veicoli di ironia"

    ph JOBDV/Studio - Giulia Addazi, "Twitz: nuovi veicoli di ironia"

  • ph JOBDV/Studio - pubblico per Giulia Addazi

    ph JOBDV/Studio - pubblico per Giulia Addazi

  • ph JOBDV/Studio - incontro con Giulia Addazi, Sala Archi

    ph JOBDV/Studio - incontro con Giulia Addazi, Sala Archi

  • JOBDV/Studio - l'Ammiraglio Alessandro Bergonzoni

    JOBDV/Studio - l'Ammiraglio Alessandro Bergonzoni

  • JOBDV/Studio - pubblico per Alessandro Bergonzoni

    JOBDV/Studio - pubblico per Alessandro Bergonzoni

  • JOBDV/Studio - Alessandro Bergonzoni, "Estenuanze"

    JOBDV/Studio - Alessandro Bergonzoni, "Estenuanze"

  • JOBDV/Studio - Alessandro Bergonzoni e Stefano Bartezzaghi

    JOBDV/Studio - Alessandro Bergonzoni e Stefano Bartezzaghi

  • ph JOBDV/Studio - Francesco Piccolo, "Momenti di trascurabile (in)felicità"

    ph JOBDV/Studio - Francesco Piccolo, "Momenti di trascurabile (in)felicità"

  • ph JOBDV/Studio - pubblico per Francesco Piccolo

    ph JOBDV/Studio - pubblico per Francesco Piccolo

  • JOBDV/Studio - reading di Francesco Piccolo

    JOBDV/Studio - reading di Francesco Piccolo

  • ph JOBDV/Studio - fotografi volontari all'opera

    ph JOBDV/Studio - fotografi volontari all'opera

  • ph JOBDV/Studio - Maurizio Bettini e Stefano Bartezzaghi

    ph JOBDV/Studio - Maurizio Bettini e Stefano Bartezzaghi

  • ph JOBDV/Studio - Pubblico per Maurizio Bettini, "Ridere degli dei"

    ph JOBDV/Studio - Pubblico per Maurizio Bettini, "Ridere degli dei"

  • ph JOBDV/Studio - Maurizio Bettini

    ph JOBDV/Studio - Maurizio Bettini

  • ph JOBDV/Studio - Inaugurazione festival

    ph JOBDV/Studio - Inaugurazione festival

  • ph JOBDV/Studio - Pubblico all'inaugurazione del festival

    ph JOBDV/Studio - Pubblico all'inaugurazione del festival

  • ph JOBDV/Studio - Saluti Istituzionali

    ph JOBDV/Studio - Saluti Istituzionali

  • ph JOBDV/Studio - Inaugurazione mostra "Nessuno resterà all'asciutto"

    ph JOBDV/Studio - Inaugurazione mostra "Nessuno resterà all'asciutto"

  • ph JOBDV/Studio - Nessuno resterà all'asciutto

    ph JOBDV/Studio - Nessuno resterà all'asciutto

  • ph JOBDV/Studio - Pistole ad acqua

    ph JOBDV/Studio - Pistole ad acqua

  • ph JOBDV/Studio - Le più belle pistole ad acqua della collezione Dal Prato

    ph JOBDV/Studio - Le più belle pistole ad acqua della collezione Dal Prato

  • ph JOBDV/Studio - Il Vernacoliere. Ridere è libertà

    ph JOBDV/Studio - Il Vernacoliere. Ridere è libertà

  • ph JOBDV/Studio - Il Vernacoliere alla Fortezza Vecchia

    ph JOBDV/Studio - Il Vernacoliere alla Fortezza Vecchia

  • ph JOBDV/Studio - le copertine del Vernacoliere in mostra

    ph JOBDV/Studio - le copertine del Vernacoliere in mostra

  • ph JOBDV/Studio - team biglietteria

    ph JOBDV/Studio - team biglietteria

  • ph JOBDV/Studio - I volontari

    ph JOBDV/Studio - I volontari

  • ph JOBDV/Studio - Info Point

    ph JOBDV/Studio - Info Point

  • ph JOBDV/Studio

    ph JOBDV/Studio

  • ph JOBDV/Studio - biglietteria last minute

    ph JOBDV/Studio - biglietteria last minute

  • ph JOBDV/Studio

    ph JOBDV/Studio

  • ph JOBDV/Studio - I volontari del festival

    ph JOBDV/Studio - I volontari del festival

  • p. g. c. Andrea Corsaro

    p. g. c. Andrea Corsaro

  • p. g. c. Martino Mancini "Fotoclub Collesalvetti"

    p. g. c. Martino Mancini "Fotoclub Collesalvetti"

  • p. g. c. Andrea Corsaro

    p. g. c. Andrea Corsaro

  • p. g. c. "Archivio fotografico del Comune di Livorno"

    p. g. c. "Archivio fotografico del Comune di Livorno"

  • p. g. c. "Archivio fotografico del Comune di Livorno"

    p. g. c. "Archivio fotografico del Comune di Livorno"

Il programma

 

Tre giorni di incontri, letture ed eventi sul tema dell’umorismo.

  • 25 settembre 2015
    17:00
    Piazza del Luogo Pio
    Guarda l'apertura del festival
    Saluti istituzionali
    17:30
    Piazza del Luogo Pio 
    Guarda il video dell'evento
    Evento 1
    Maurizio Bettini - Ridere degli dèi
    Ingresso gratuito
    VIDEO 
    “Scherza coi fanti e lascia stare i santi”, recita il proverbio. In Grecia e nell’antica Roma, però, con gli dèi si poteva scherzare eccome, anzi, di loro si rideva senza che nessuno se ne offendesse. Basta pensare al Dioniso di Aristofane, che se la fa addosso dalla paura, a Efesto che viene sbeffeggiato per il tradimento di sua moglie, Afrodite, o al Sommo Giove messo nel sacco da Numa con un gioco di parole ‘stile Bartezzaghi’. Eppure erano le stesse divinità che, nelle occasioni rituali, venivano solennemente venerate nei templi. Che mondo sarà mai stato quello?
    19:00
    Piazza del Luogo Pio
    Guarda il video dell'evento 

    Evento 2
    Francesco Piccolo - Momenti di trascurabile (in)felicità
    Ingresso 3€
    VIDEO
    Reading di e con Francesco Piccolo
    «Momenti di trascurabile felicità e Momenti di trascurabile infelicità sono due libri fratelli, che comunicano tra loro, e che esprimono con precisione leggera la voce che mi sembra di aver avuto sempre. Ogni volta che ho letto dei Momenti in pubblico, mi sono reso conto che l’adesione totale della mia voce al personaggio che attraversa i due libri è un modo per raccontarli ancora meglio.» Si tratta di un modo semplice per avere un contatto diretto e vivo con i lettori e provare a interagire con loro «per vedere l’effetto che fa». Un’occasione per far parlare i libri stessi, con la voce inconfondibile di chi li ha scritti, in un’ora dedicata a Momenti felici e infelici dell’esistenza quotidiana - che ci accomunano tutti in un sorriso (a volte amaro).
    21:30
    Piazza del Luogo Pio
    Guarda il video dell'evento 

    Evento 3
    Alessandro Bergonzoni - Estenuanze (Incontro sullo scibile considerato sconsiderato)
    Ingresso 3€
    VIDEO
    Soltanto intendendo con "umorismo" tutti gli umori del corpodibacco, oltre al corpo umano e sovrumano, aderisco a questa manifestazione, promettendo a me stesso e giurando ad ogni altro dei me stessi, di parlare del senso infinito di: scansione degli equivoci, vecchie distanze ormai morte, arti delle meraviglie, bombe anatomiche, transatlantici anti aggressione, sciame di mondi, fiumi per sangue, divin Chicchessia.......
  • 26 settembre 2015
    10:30
    Sala degli Archi 
    Guarda il video dell'evento 

    Evento 4
    Giulia Addazi - Twitz: nuovi veicoli di ironia
    Ingresso 3€
    VIDEO
    Il web e i nuovi strumenti di produzione linguistica hanno influito e continuano a influire sul modo in cui scriviamo: ogni giorno nascono tendenze grafiche, sintattiche e persino testuali, soprattutto all'interno dei social network. Ma se si guarda a quali strategie di costruzione dell'ironia prevalgono nel web, si vedrà che, dopotutto, perché riesca una battuta su Facebook, o una frecciata su Twitter, c'è bisogno di brevitas, "condensazione", "riuso" e "allusione", insomma le medesime strategie retoriche e pragmatiche del motto di spirito (Der Witz, 1905) che aveva cercato di categorizzare Freud molto prima dell'avvento di Twitter. Tali strategie paiono, oltretutto, amplificare la loro efficacia nella dimensione intertestuale, nel rapporto con le immagini e i video, nell'immediatezza della pubblicazione. E quindi twitz.
    12:30
    Piazza del Luogo Pio 
    Guarda il video dell'evento
    Evento 5
    Carlo Freccero - Le Détournement: il riso della politica
    Ingresso 3€
    VIDEO
    Il détournement è il cambio di significato di una cosa, il giullare è il détournement del re. La satira è una riproduzione della realtà “straniata”, che ci permette di ridere di quelle stesse regole di cui ogni giorno siamo succubi. Siamo tendenzialmente conformisti e abbiamo bisogno di vedere le cose da un'altra prospettiva per prendere coscienza, visione, che il re è nudo.
    15:30
    Sala degli Archi 
    Guarda il video dell'evento
    Evento 6
    Annalena Benini - Prenderla sul ridere
    Ingresso 3€
    VIDEO
    Guarda il periscope di Annalena Benini

    Tra figli, amici, colleghi, giornali, notizie, autobus, figuracce, inciampi, matrimonio, ossessioni, abitudini e imprevisti la vita quotidiana ci espone continuamente al ridicolo. Avere il senso del ridicolo significa allora cogliere ogni occasione per rilevare l'aspetto comico di ogni vicenda umana e prenderla, casomai, sul ridere. E' quel che faccio anche nel mio lavoro giornalistico, dove mi concedo il tic di trasformare persino il gatto in un espediente narrativo e seguo una sola regola: a coprirmi di ridicolo devo essere sempre io.
    17:30
    Sala degli Archi 
    Guarda il video dell'evento

    Evento 7
    Mariarosa Mancuso - Ridere di cinema
    Ingresso 3€
    VIDEO
    Guarda il periscope di Mariarosa Mancuso
    “Non succede niente però ci si annoia lo stesso”. È la più bella formula - di incerta attribuzione, come lo sono certi capolavori – per i film che affollano i festival, luoghi fatati dove si sgomita per vedere titoli che non andremmo a vedere neppure sotto tortura, se fossero proiettati al cinema sotto casa. Seppellirli sotto una risata è uno sporco lavoro che qualcuno deve pur fare. Soprattutto dopo aver scoperto – d’après Stefano Bartezzaghi – che l’anagramma di “sarcasmo” è “massacro”.
    19:00
    Sala degli Archi 
    Guarda il video dell'evento
    Evento 8
    Francesco M. Cataluccio - L'umorismo ebraico
    Ingresso 3€
    VIDEO
    Guarda il periscope di Francesco M. Cataluccio
    C'è un bel proverbio ebraico che dice: "L’uomo pensa, Dio ride". La cultura ebraica, a partire dalla Bibbia (basterebbe l'affermazione: "Siamo creati a immagine di Dio", Genesi: 1, 26), ha sviluppato un modo di pensare e vivere che si fonda sulla risata, spesso amara. In un continuo confronto con Dio, la cultura ebraica cerca di affrontare la vita con un'umoristica filosofia della sopportazione, che è una lucida arma per tentare di raccapezzarsi nel caos del mondo. Le celebri barzellette ebraiche mostrano come questo umorismo sia rivolto anzitutto verso se stessi. L'ironia ebraica sta alle origini della psicoanalisi (Freud ha ragionato sul "motto di spirito") e ha innervato in modo salutare la cultura occidentale, dalla letteratura (Kafka, Svevo, Bellow, Richter) al cinema (Lubitsch, Wilder, Allen, i fratelli Coen).
    21:00
    Piazza del Luogo Pio 
    Guarda il video dell'evento
    Evento 9
    Gioele Dix e Sara Chiappori - Da Caino e Abele ai Fratelli Marx
    Ingresso 3€
    VIDEO
    Guarda il periscope di Gioele Dix
    Uno spettacolo camuffato da conversazione semiseria con Gioele Dix. Il comico trae ispirazione dall’inciampo, dalle cose storte, persino, anzi soprattutto, dal dolore. Si alimenta del tragico, che è immersione e catarsi, diventando terapia che elude ma non illude.
    La Bibbia è fonte inesauribile di storie: umane, complicate, zeppe di colpi di scena, di brutture e di storture. Vederne i risvolti comici non è mancanza di riguardo. Al contrario, la stessa tradizione esegetica assegna uguale dignità a qualsiasi interpretazione che scava, interroga, cerca di comprendere.
    Che cosa c’entra tutto questo con i fratelli Marx? C’entra, c’entra. “Questi sono i miei principi. Se non vi piacciono ne ho degli altri”, diceva Groucho.
  • 27 settembre 2015
    10:30
    Piazza del Luogo Pio 
    Guarda il video dell'evento
    Evento 10
    Gioele Dix e Stefano Bartezzaghi - Un Altro che dà fastidio
    Ingresso 3€
    VIDEO
    Guarda il periscope di Stefano Bartezzaghi
    Chi è l'Altro che ci dà fastidio? E cosa c'è da ridere? La figura dell'insofferente e dell'intollerante, però, diventa spesso comica: negli sketch più tradizionali c'è quasi sempre un brontolone a cui non va bene nulla. Ne approfitta la letteratura, con autori come Italo Calvino, capaci di ambientare l'intolleranza verso gli immigrati in una paradossale fanta-comunità antecedente al Big Bang. Racconti umoristici della letteratura italiana - di Calvino ma anche di Giorgio Manganelli, Carlo Emilio Gadda, Achille Campanile... - saranno letti da Gioele Dix e commentati da Stefano Bartezzaghi, all'interno di un dialogo sulla comicità dei nostri e degli altrui fastidi.
    12:30
    Piazza del Luogo Pio 
    Guarda il video dell'evento
    Evento 11
    Enrico Mentana - Il ridicolo della politica /1
    Ingresso 3€
    VIDEO
    Guarda il periscope di Enrico Mentana
    Il presidente Gronchi cadde da una sedia alla Scala e fu poi garbatamente parodiato da Tognazzi e Vianello (subito epurati dalla Rai). Sembra finito quel tempo, quello in cui la politica voleva evitare di cadere nel ridicolo, non sempre riuscendoci. Già alla fine della Prima Repubblica i politici mostravano di starci, chiedendo a Forattini gli originali delle vignette che li riguardavano. Oggi lo stesso discorso della politica adotta tecniche da comedian: battute, smorfie, ironie e irrisioni. Probabilmente quello che la politica oggi non vuole perdere è il consenso del ridicolo.
    15:30
    Piazza del Luogo Pio 
    Guarda il video dell'evento
    Evento 12
    Francesco Tullio Altan, Sergio Staino e Maryse Wolinski - Il ridicolo della politica/2
    Ingresso 3€
    Guarda il periscope di Sergio Staino
    Guarda il periscope di Francesco Tullio Altan
    La satira politica semina dubbi e basta questo per rendersi invisa a chiunque esercita un potere in modo ipocrita e oscurantista. Una classe dirigente che avesse il senso del ridicolo, e quindi sapesse ridere anche delle proprie debolezze, metterebbe in crisi noi autori satirici. Ma siamo ancora lontani da questo: in forme più o meno evidenti l'ipocrisia e i suoi corollari fondamentalisti caratterizzano ancora la maggioranza dei potenti del mondo. Con la testimonianza di Maryse Wolinsky.
    16:30
    Teatro Vertigo 
    Guarda il video dell'evento
    Evento 13
    Teatro Sotterraneo - Homo ridens_Livorno
    Ingresso 3€
    Homo ridens è una performance pensata come esperimento su campione, un test sul pubblico-cavia chiamato a reagire a determinati stimoli che attengono al riso e ai suoi meccanismi. Il progetto rivede e aggiorna i risultati delle proprie ricerche in ogni piazza e di conseguenza ne prende il nome. L’intento è quello d’indagare l’attitudine umana alla risata, misurandone i limiti e la complessità. Nel riso rinunciamo alla funzione vitale del respiro, nel riso è la parte aggressiva di noi che ci fa digrignare i denti, nel riso è l’intrattenimento del potere ma anche la rivalsa popolare. Sappiamo che la coscienza di sé permette all’uomo di vedersi dall’esterno. Sappiamo che la coscienza di sé rende l’uomo consapevole della morte. Ma cosa c’è da ridere?
    18:30
    Piazza del luogo Pio 
    Guarda il video dell'evento

     

    Evento 14
    Maria Cassi - Conferenza buffa sul Galateo e l’Umanità
    Ingresso 3€
    VIDEO
    Guarda il periscope di Maria Cassi
    Maria Cassi, come autore, regista di se stessa e attrice approfondisce, con il suo lavoro teatrale, argomentazioni che rintraccia nell’esperienza viva di tutti i giorni.
    Trasforma nell’arte del far ridere senza alcuna caricatura poetiche figure irriverenti e ilari, popolari e libere, borghesi e complesse nelle loro fragili snobberie. Maria esercita i suoi racconti senza alcun sarcasmo ed è per questo che con i suoi teneri “sberleffi” disegna figure teatrali che rappresentano tutta l’umanità nella sua straordinaria comicità.
    La Cassi coinvolge il pubblico in un ridere emotivo, profondo, non controllabile, con un fiato comune che va oltre l’ascolto.
    Il tutto avviene con un linguaggio universale. Il ridere collettivo si trasforma in una terapia leggera. Il ridere che si fa comune bagaglio culturale. E quando questo viene percepito emerge chiaro l’innamoramento che tutti subiscono per Maria Cassi.
    19:30
    Camera di Commercio 
    EVENTO 15
    Gianni Canova
    - Incontro con Maccio Capatonda
    Ingresso 3€
    Guarda il periscope di Maccio Capatonda
    Maccio Capatonda: qualcuno ha detto che sembra una divinità neopagana discesa dagli impervi picchi delle montagne abruzzesi. In realtà – molto più semplicemente – è la maschera più rappresentativa dell’italiano medio nell’era di Internet e dei new media. La sua comicità si basa su ingredienti noti (la parodia di oggetti culturali di successo, la deformazione espressionista del linguaggio, l’iperbole portata ai limiti estremi), ma amalgamati in un menu in cui è proprio la follia dell’uomo catodico a generare la risata. Tra rivisitazione degli stereotipi, satira e umorismo, l’incontro di Livorno cercherà di mettere a fuoco e di svelare come nelle sue maschere coabitino almeno 50 sfumature del riso.
    21:00
    Camera di Commercio
    Evento 16
    Proiezione film di Maccio Capatonda - Italiano Medio
    Ingresso gratuito
     
  • Le mostre
    18:30
    Fortezza vecchia
    Inaugurazione Giovedì 24 settembre
    Il Vernacoliere - Ridere è libertà
    Ingresso gratuito
    In qualche modo la risata si pone sempre contro il potere perché è soprattutto mancanza di rispetto.

    La mostra rimarrà aperta fino al 27 settembre e osserverà i seguenti orari: giovedì 24 dalle 18,30 alle 20,00; venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 dalle 9,00 alle 20,00.
    16:00
    bottega del caffè
    Inaugurazione Venerdì 25 settembre
    Nessuno resterà all’asciutto - Le più belle pistole ad acqua della collezione Dal Prato
    Ingresso gratuito
    Macché filatelia, ma quale numismatica! Le pistole ad acqua e più in generale l’idropolemologia (studio dell’arte di combattere con armi ad acqua) costituiscono i più degni oggetti di studio e collezione. Solo grazie alle meraviglie della collezione Dal Prato ci si può accertare della sorprendente varietà di forme che l’idea platonica di pistola ad acqua, questo oggetto zampillante e dispettoso, ha preso nel tempo. E rassicurati dall’inerzia degli esemplari in esposizione i visitatori si potranno rallegrare del fatto di vestire panni asciutti. Ma per quanto tempo ancora?

    La mostra rimarrà aperta fino al 27 settembre e osserverà i seguenti orari: venerdì 25 dalle 16,00 alle 20,00; sabato 26 e domenica 27 dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 20,00.

I protagonisti

 

 

Giulia
Addazi

Stefano
Bartezzaghi

Annalena
Benini

Alessandro
Bergonzoni

Gianni
Canova

Maccio
Capatonda

Maria
Cassi

Francesco M.
Cataluccio

Sara
Chiappori

Gioele
Dix

Carlo
Freccero

Mariarosa
Mancuso

Enrico
Mentana

Francesco
Piccolo

Maurizio
Bettini

Sergio
Staino

Maryse
Wolinski

Teatro
Sotterraneo

Promotori

Con il patrocinio di

Mediapartner

Iscriviti alla mailing list del festival

Tutti i dati inseriti verranno trattati da Il senso del ridicolo in rispetto del D.lgs. 196 del 30/06/2003 per la protezione dei dati personali.
I dati non saranno in nessun caso ceduti a terze parti.